Skip to content

UNA GIORNATA AD ORTIGIA

giugno 13, 2016

13344745_10153857118793401_1391505158691539142_nE’ difficile trovare un aggettivo che descriva in un’unica parola la bellezza di Ortigia, antico centro storico di Siracusa e patrimonio dell’Unesco dal 2002. In questa piccola isola, collegata alla terraferma dal Ponte Umbertino, si concentra il meglio della Sicilia: rovine greche, architetture barocche, piccole insenature dove poter fare il bagno in acque cristalline, ottimi ristoranti e bancarelle di pesce freschissimo. In sintesi: un paradiso.

 Ortigia si visita tranquillamente in un pomeriggio ma è consigliabile dedicarle almeno una giornata e pernottare in loco, per poter godere delle sue bellezze e rilassarsi la sera in uno dei tanti locali.

 13331064_10153857118468401_2223461195992236222_nAppena entrati ad Ortigia fermatevi ad ammirare le rovine del Tempio di Apollo e poi dirigetevi a sinistra verso il piccolo mercato in via De Benedictis. Frutta, verdura, spezie, ma soprattutto pesce! Impossibile non fare una sosta davanti al bancone dei fratelli Cappuccio con i suoi enormi tonni rossi.

Un’altra eccellenza del mercato è il caseificio Bordieri, dove vengono preparati i migliori panini della zona, iper-farciti di formaggi e salumi scelti al momento. Per gustare questo “street food” casereccio arrivate prima delle 12 o preparatevi a lunghe code. Il caseificio è aperto dalle 7 alle 16.

 Tornati verso il Tempio di Apollo proseguite il vostro tour in direzione di Piazza Duomo, considerata una delle piazze barocche più belle d’Italia. La cattedrale è un esempio di come le varie dominazioni e culture che si sono susseguite nel corso di più di 2000 anni possano fondersi in una sola opera architettonica: nata come tempio di Diana, riadattata a chiesa in epoca bizantina, trasformata in moschea durante la dominazione araba e ritornata chiesa in epoca normanna. L’ingresso è consentito tutti i giorni dalle 7:30 alle 19:30, biglietto 2 euro.

Sempre in Piazza Duomo vale la pena di visitare anche la chiesa di Santa Lucia, che ospita una grande tela del Caravaggio. Ingresso gratuito.

Piazza Duomo è bellissima di giorno, con il suo bianco accecante, ma anche la sera, con i palazzi illuminati ed i tavolini dei bar pieni di gente.

 Proseguendo alle spalle di Santa Lucia si arriva alla Fonte Aretusa, antico specchio d’acqua che ospita uno dei pochi pochi papireti d’Italia.

 Da qui parte il lungomare Alfeo, costellato di ristoranti vista mare che offrono cucina locale. La strada prosegue fino al Castello Maniace.

E per ben concludere la giornata, fatevi un bagno! Prima del Castello troverete una piccola caletta rocciosa, dove è possibile immergersi in acque color smeraldo.

 Dove mangiare:

 Trattoria l’isoletta

Situato nella via del mercato, questo piccolo ristorantino cucina un polipo tenerissimo ed indimenticabile. Meglio andarci a mezzogiorno, per vivere l’atmosfera caotica e festosa del mercato.

Regina Lucia

Uno dei ristoranti più eleganti e romantici di Siracusa, adatto a chi vuole viziarsi con una serata speciale. Regina Lucia si trova in piazza Duomo, all’interno di un antico palazzo nobiliare con stucchi del ‘700 e soffitti affrescati. Una location estremamente suggestiva.

 Cristina

 

 

 

Annunci

From → Italia

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: