Skip to content

POMPEI: VERGOGNA O VANTO ITALIANO?

luglio 30, 2015

thCA7VOKH6Mentre la procura indaga sui recenti scioperi selvaggi avvenuti a Pompei, io devo ammettere che dopo aver visitato la reggia di Caserta ed aver tristemente scoperto quanto possa essere mal tenuto un importantissimo bene culturale, gli scavi di Pompei non mi sono certo sembrati perfetti ma nemmeno così mal messi come pensavo.

O forse Caserta è così traumatizzante che il solo fatto che a Pompei ci siano indicazioni autostradali, parcheggi autorizzati adiacenti al sito e biglietterie funzionanti lascia stupiti e soddisfatti.

Detto questo Pompei nel bene o nel male colpisce al cuore i viaggiatori che vi si recano perché la vastità dell’area e la grandiosità del patrimonio che vi è conservato sono unici al mondo. Solo qui è possibile camminare lungo le strade di una città il cui il tempo si è fermato 2000 anni fa, nel momento in cui il 29 agosto del 79 dc il Vesuvio eruttò seppellendo sotto la cenere le città di Pompei, Ercolano, Stabiae e Oplonti.

La zona rimase arida e desertica per ben 1700 anni, fino a quando iniziarono i primi scavi per volere di Carlo III di Borbone. Il recupero dell’area continua tutt’oggi con alti e bassi, dal crollo della Casa dei Gladiatori nel 2010 all’attuale progetto di restauro totale finanziato dall’Unione Europea.

È vero che molte zone sono ancora da recuperare e che alcune parti sono perennemente chiuse per restauri, ma è altrettanto vero che c’è comunque moltissimo da vedere e che parecchi siti sono incredibilmente intatti.

Tra tutte le attrazioni di Pompei ecco una lista dei luoghi imperdibili:

– Il foro di Pompei
Poco dopo l’ingresso da Porta Marina ci si ritrova in quello che era il centro della vita di Pompei. Il foro, a pianta rettangolare, raggruppa nei suoi 143 metri di lunghezza numerose botteghe, templi ed edifici pubblici. All’estremità nord si trova il Tempio di Apollo, che era l’edificio religioso più importante della città.

– La casa del poeta tragico
Questa tipica casa ad atrio non è una delle più grandi del sito archeologico ma custodisce al suo ingresso il famosissimo mosaico “Cave Canem”, ossia il più antico “attenti al cane” del mondo.

– Thermopolium di Vetutius Placidus
I thermopolia sono molto diffusi a Pompei e non sono altro che la versione antica dei nostri fast food. Si possono osservare le giare in pietra dove veniva conservato il cibo ed i locali dove ci si fermava a mangiare.

– Le terme Stabiane
Palestra, frigidarium, calidarium, non manca nulla nell’edificio termale più antico della città situato lungo la via Stabiana, una delle arterie principali di Pompei.

– La casa del fauno
È una delle case più maestose della città ed offre mosaici, colonnati, un giardino interno e numerose stanze.

Purtroppo alcuni mosaici osservabili nelle case patrizie sono solo delle ricostruzioni degli originali, che sono conservati al Museo Archeologico di Napoli insieme ai manufatti, gioielli e utensili ritrovati durante gli scavi.

Informazioni utili per visitare Pompei:

– i biglietti interi con validità 1 giorno costano 11 euro e sono acquistabili in loco oppure online www.pompeisites.org
Per i minori di 18 anni e maggiori di 65 anni l’ingresso è gratuito.
Una volta usciti dal sito non si può più rientrare con lo stesso biglietto! perciò vietato dimenticare cose in auto o pensare di fare una pausa esterna.

– Con 20 euro è possibile acquistare un biglietto combinato che include anche i siti archeologici di Ercolano, Oplontis, Stabia e Boscoreale. In tal caso la validità del biglietto dura tre giorni consecutivi, incluso il giorno d’acquisto.

– Alla biglietteria sono disponibili guide turistiche certificate o in alternativa è possibile dotarsi di audio guida.

– Per visitare Pompei dotatevi di scarpe da ginnastica e fate attenzione a dove posate i piedi perché è facile cadere quando si cammina per ore lungo strade acciottolate con pietre poste a livelli diversi. Il piccolo pronto soccorso presente all’interno del sito accoglie giornalmente turisti con distorsioni alla caviglia.

– I punti ristoro presenti nell’area sono gestiti da Autogrill e sono una visione un po’ inquietante in mezzo a tanta bellezza archeologica..

Dopo la visita di Pompei goditi un po’ di mare a Sorrento.

Cristina

Annunci

From → Italia

One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. IDEE VIAGGIO PER L’ESTATE 2016 | postinelmondo

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: