Skip to content

SPIAGGE A ZANZIBAR: PWANI MCHANGANI

marzo 13, 2014

PWANI MCHANGANIA Zanzibar ci sono moltissime lunghe spiagge sabbiose, mete perfette per giornate di sole e relax. Le migliori si concentrano pero’ nella punta nord dell’isola (Nungwi e Kendwa) e lungo la costa est.

Tra quest’ultime si trova la lunghissima spiaggia di Kiwengwa, una delle località più frequentate dai turisti italiani e dove si susseguono molti villaggi all inclusive gestiti da nostri compatrioti.
Se però volete fuggire a troppa “italianità” meglio scegliere Pwani Mchangani, che si trova poco più a nord ed offre un’altrettanto bella spiaggia di sabbia bianca contornata da palme, immagine perfetta di quello che ci aspetta da un paradiso tropicale.

ZANZIBAR MAREEIl mare, come in quasi tutte le mete dell’Africa Orientale, è soggetto al fenomeno delle maree, che comporta l’impossibilita’ di fare il bagno durante alcune ore della giornata, quando l’acqua si ritira per centinaia di metri.
Tuttavia, anche se non si può negare che le maree limitino parecchio la balneazione, sono sicuramente affascinanti e addirittura portatrici di alcuni vantaggi. Prima di tutto la possibilità di osservare panorami continuamente diversi senza muoversi dalla propria sdraio: davanti ai vostri occhi il mare arretra e poi ritorna, proponendo gradazioni di colore sempre diverse.
E poi durante le fasi di bassa marea è vero che non si nuota ma si cammina, fino alla barriera corallina! Ed è una passeggiata non da poco dato che la barriera si trova a quasi 1 km dalla battigia. Nel tragitto, da fare rigorosamente proteggendosi i piedi con scarpette di gomma, potrete osservare stelle marine, piccoli pesci che nuotano nelle pozze d’acqua e coltivazioni di alghe curate da donne locali.
Dato che i beach boys sono comunque una presenza assidua sulla spiaggia, in questo caso non esitate ad affidarvi a loro: conoscono i percorsi migliori per evitare i ricci di mare e vi mostreranno parecchie meraviglie.

Un altro spettacolo creato dalla bassa marea è quello delle lingue di sabbia che si formano nel momento in cui il mare è in fase calante. Quelle che si trovano nel tratto di spiaggia centrale, davanti al piccolo hotel Waikiki, sono indubbiamente le più belle.

donne ZANZIBARProseguendo a piedi in direzione sud incontrerete il piccolo villaggio di Pwani Mchangani, che da il nome alla spiaggia, e dove la gente vive dedicandosi alla raccolta delle alghe e alla pesca, che si pratica utilizzando tipiche barche a vela in legno chiamate dhow. Qui la povertà è evidente, come però lo è anche la sporcizia abbandonata sulla battigia e che sottolinea la differenza tra i tratti di spiaggia davanti agli hotel, fatti pulire dai proprietari, e quelli lasciati liberi. Tuttavia l’immagine delle donne che camminano sulla spiaggia in colorati abiti tradizionali, portando in testa enormi cesti di alghe, è semplice emozione e pura evocazione della tradizione africana, al di là delle innegabili contaminazioni turistiche dell’isola.

ZANZIBARDove dormire:
a Pwani Mchangani ci sono molto possibilità di alloggio. A parte i classici villaggi, suggerisco il modesto ma simpatico Waikiki, che si differenzia per l’atmosfera tranquilla e rilassata, oltre che per l’ottimo ristorante dove viene effettuato servizio al tavolo (no buffet affollati come nei grossi villaggi all inclusive). Infatti spesso molte persone degli hotel vicini vengono qui a cenare. Per una serata romantica viene proposta Cassiopea, un vecchio dhow sulla spiaggia, coperto da un tendone, dove potrete gustravi da soli un’ottima cena a base di pesce e aragosta. Ma anche la pizza, fatta nel forno a legna, è fantastica!
http://www.waikikiafrica.com/zanzibar/

Se invece amate gli ambienti raffinati, ho trovato sensazionale il boutique hotel Next Paradise. Si tratta di una nuova struttura di sole 20 camere in stile swahili, molto elegante nei dettagli e dotata di una bella piscina fronte mare. Tutte le camere sono molto belle ma se potete scegliete i beach bungalows, che hanno una stupenda veranda vista oceano.
http://www.next-paradise.com/en/

ZANZIBARConsigli: la spiaggia di Pwani Mchangani in alcuni mesi dell’anno (tra cui agosto) è molto ventosa. Infatti troverete alcune scuole di kite surf, di cui una locata presso l’hotel Waikiki. Tenetene conto se non amate il vento.
Un altro consiglio prezioso e’ quello di abbinare un paio di notti presso una delle meravigliose isole private al largo di Stone Town.
https://postinelmondo.wordpress.com/2013/11/18/zanzibar-eco-chic-le-isole-private-al-largo-di-stone-town/

Vita notturna: come per quasi tutta l’Africa, aspettatevi relax e tranquillità perchè in questa zona non ci sono molti bar o ritrovi notturni tranne quelli offerti dagli alberghi. Solo l’hotel Waikiki propone il venerdì sera un party sulla spiaggia, che è frequentatissimo. Tanto che vengono organizzati pulmini dagli hotel vicini.

Come arrivare: Pwani Mchangani si trova 40 km a nord di Stone Town, dove e’ locato l’aeroporto. La relativa vicinanza con la capitale permette di poterci andare in giornata, per una visita del bel centro storico https://postinelmondo.wordpress.com/2013/10/01/cosa-visitare-a-stone-town/

Cristina

Annunci

From → Africa

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: