Skip to content

TEL AVIV E JAFFA (GAIA)

giugno 24, 2013

TEL AVIVTelAviv è un particolare mix di cultura occidentale e mediorientale. Per le strade della città si incontrano mode e modi disinvolti così come antiche e forti tradizioni. Le spiagge di TelAviv offrono un perfetto spaccato di questa commistione, non è raro vedere uno accanto all’altro il più disinibito bikini in equilibrio su una tavola da surf e poco più in là il (molto) castigato abbigliamento di persone più osservanti.

L’appellativo di “Miami Mediorientale” è certamente un po’ eccessivo, ma la città presenta alcuni spunti interessanti per rilassarsi due giorni tra mare e shopping.
Certamente ci sono piacevoli spiagge: i lidi, ampi, liberi o attrezzati, si susseguono lungo tutto il litorale della città, da poco prima del Dolphinarium fino a Nord, nella parte più moderna di Tel Aviv, dove si trova il porto nuovo o HaNamal.

TEL AVIV PORTOMolti dei chioschi presenti sulla costa sono aperti anche di sera e vivi e affollati durante il weekend (Banana Beach, tra gli altri); in particolare, il già citato HaNamal è un grande mall all’aperto dove, su vere e proprie dune di teak affacciate sulla scogliera, si susseguono negozi (per lo più marchi internazionali) e bei ristoranti di medio-grandi dimensioni di ogni tipo e gusto.

In tema di recupero architettonico (e di shopping!) consiglio di fare colazione alla “old Railway Station” (www.hatachana.co.il) e di gironzolare per i suoi negozi. Questo mall, a tutti gli effetti una vecchia stazione ristrutturata, mantiene parte dei binari e gli edifici originali, all’interno dei quali sono ricavati bar/caffè e spazi commerciali. In particolare, interessanti il fornitissimo monomarca Ahava (www.ahava-it.com noto marchio di prodotti a base di minerali del mar Morto…ottimo!) e Naama Bezalel (www.naamabezalel.com) che propone deliziosi abiti di foggia vintage.

Il Martedì ed il Venerdì è consigliabile fare un salto nella parte pedonale della via Nahalat Binyamin (tratto a nord): si tiene qui un delizioso mercato “art & crafts” con artisti ed artigiani locali (carte di credito accettate pressoché da chiunque!). Da non confondersi con il vicinissimo Carmel Market, più simile ad un suk, peraltro bruttino.

JAFFASe vi piace camminare, partite una sera poco prima del Delphinarium e godetevi la passeggiata lungomare fino a Yafo, o Old Jaffa. Un tempo città indipendente, la parte antica dell’agglomerato urbano di TelAviv è appena stata completamente ristrutturata: vi si trovano viuzze caratteristiche, ristorantini e negozietti di brocantage, ma soprattutto regala la vista di favolosi tramonti.
Oltre ai locali nella piazza sulla sommità del quartiere, ci sono interessanti ristoranti negli edifici moderni subito di fronte al piccolo porto, così come poco più in là alcuni locali interessanti, come ad esempio Container http://www.container.org.il.

Sempre per cena, ma rimanendo a TelAviv, si trovano bistrot carini nel quartiere di Newe Zedek, lungo le vie Shabazi e Lilienblum. In particolare Suzana http://www.suzana.rest-e.co.il ha un grande patio dove mangiare all’aperto.

Un suggerimento al volo: i taxi sono un ottimo mezzo per spostarsi in città. Gli autisti “amano” contrattare e fissare il prezzo della corsa in anticipo, senza usare il tassametro (o controllo dei metri percorsi); tenete conto che ovviamente occorre mercanteggiare. Per darvi un indicatore, la tratta dal Delphinarium a HaNamal nella corsa “più onesta” ci è costata 35 Shekel.

GAIA

Annunci

From → Medio Oriente

Lascia un commento

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: