Skip to content

LUCERNA: LA CITTA’ PIU’ ROMANTICA DELLA SVIZZERA (STEFANIA)

dicembre 28, 2012

LUCERNAConosciuta per essere la città più pittoresca e romantica della Svizzera, Lucerna è un piccolo scrigno nel cuore del Paese, nella zona di lingua tedesca, sul lago dei Quattro Cantoni. Una piccola città circondata dalle montagne del Rigi e del Pilatus, sviluppatasi a cavallo del fiume Reuss, motivo per cui la maggior parte dei monumenti sorge lungo le sue rive. Emblema della città è il Kapellbrücke (il Ponte della Cappella), lungo 204mt e costruito nel 1365, totalmente in legno, che collega il centro storico e la parte moderna.

Non tutto il ponte è originale: è stato infatti ricostruito quasi completamente a seguito di un incendio dovuto ad una sigaretta gettata a terra nell’agosto del 1993. Lungo tutto il percorso si possono ammirare una serie di affreschi, realizzati nel Seicento a opera di Hans Heinrich Wägmann, che raffigurano momenti particolari della storia della città, come la sua fondazione nel VIII secolo ad opera di alcuni monaci benedettini, che qui costruirono un convento dedicato ai Santi Leodegario e Maurizio, nel punto in cui oggi si trova la Hofkirche, la chiesa più importante di stile tardo Rinascimentale. I dipinti attuali, invece, sono purtroppo solo delle copie, dal momento che gli originali andarono distrutti durante l’incendio.

case centro LucernaA circa metà del ponte sorge la Wasserturm (o Torre dell’Acqua), la torre a base ottagonale del XIII secolo, che un tempo servì come struttura di difesa mentre ora è un archivio civico.

Poco lontano si trova un secondo ma altrettanto importante ponte: lo Spreuerbrücke (o Ponte del Mulino). Di andatura a zig-zag, è il ponte coperto più vecchio d’Europa, risalente al 1408, e anch’esso è caratterizzato da una serie di dipinti in stile medievale, intitolati la “Danza della Morte”, che raffigurano uomini e donne di varie estrazioni sociali in balia della Morte, a raffigurare la terribile peste del XVII secolo.

Attraversati i ponti ci si trova nel centro storico della città, l’Alstadt, una ragnatela di piccole stradine acciottolate, magnifiche case affrescate, fontane, guglie, torrette e moltissime caffetterie, ristoranti, negozi alla moda e souvenir.

LowêwendenkmalIn un piccolo parco appena fuori dal centro si trova il Löwendenkmal (il Monumento del Leone), di Bertel Thorvaldsen, che nel 1821 scolpì un leone morente nella roccia arenaria. Altro simbolo della città, esso commemora il massacro delle guardie svizzere morte nel 1792 durante l’assalto del Palazzo delle Tuileries a Parigi nel corso della Rivoluzione Francese. Lo scrittore Mark Twain definì la scultura come “il monumento più triste e commovente del mondo”.

Sulle colline circostanti potete poi trovare ancora un tratto della vecchia cinta di mura che proteggeva la città, con le Museggtürme, le caratteristiche nove torri a pianta quadrata, costruite tra il 1350 e il 1408 in stili differenti, tre delle quali attualmente visitabili come punti panoramici.

A pochi chilometri dal centro, e sicuramente degno di visita, si trova il Verkehrshaus der Schweiz (il Museo Svizzero dei Trasporti) dove, oltre ai veicoli spaziali, sono esposte tutte le forme di trasporto possibili: locomotive, biciclette, simulatori di volo, aerei, navi e teleferiche. Il museo è uno tra i più visitati della Svizzera, e comprende anche un planetario, un cinema IMAX e la Swiss Arena, una fotografia aerea calpestabile della Svizzera in scala 1:20000.

Altra escursione interessante è la salita al Monte Pilatus, dal quale si ha una splendida vista sulla città e sul lago dei Quattro Cantoni. La salita si può fare a bordo di una cremagliera, la più ripida del mondo, che raggiunge addirittura il 48% di pendenza in alcuni punti. Forse il prezzo per la salita è un po’ caro, 68.-CHF (ca. 56€), ma la gita ne vale la pena.

 

Notizie e Curiosità:

 – Guglielmo Tell: sul lago dei Quattro Cantoni (o lago di Lucerna) secondo la leggenda cominciò la storia della Svizzera, quando il famoso eroe nazionale Guglielmo Tell, in una notte del 1307, uccise Gessler, il balivo austriaco del Canton Uri, che lo teneva prigioniero e al quale l’uomo aveva rifiutato di sottomettersi, dopo il famoso episodio della freccia che colpì la mela sulla testa del figlio.

 – Il Carnevale: essendo un centro culturale piuttosto attivo, Lucerna durante il corso dell’anno ospita diversi eventi e festival. Il più famoso è senza dubbio il Fasnacht (il Carnevale), uno degli eventi maggiori della Svizzera, durante il quale le strade diventano teatro di uno spettacolo di gente in maschera che canta e balla a ritmo della musica delle bande musicali (i Guggenmusigen). L’evento inizia ogni anno il giovedì prima del Mercoledì delle Ceneri. Le sfilate poi si ripetono il Lunedì Grasso, attirando decine di migliaia di persone. La manifestazione si conclude la sera del Martedì Grasso con un’incredibile parata delle principali bande.

Altro eventi interessanti sono, durante l’estate, il Festival di Lucerna per la musica classica e il Blue Balls Festival, con musica jazz, blues e funk.

 – Il Museo dei Trasporti: è aperto tutti i giorni, dalle ore 10.00 alle ore 18.00 durante l’estate e fino alle ore 17.00 durante l’inverno. Il prezzo d’ingresso intero è di 30.-CHF (ca 25€) e comprende la visita al museo, il planetario e la Swiss Arena. Nel caso voleste assistere anche a uno spettacolo nel cinema IMAX, il costo totale è di 40.-CHF (33€).

Visitate il sito www.verkehrshaus.ch per maggiori informazioni.

 – Il Monte Pilatus: per gli sportivi e gli amanti dell’avventura, assolutamente da non perdere è il Parco Avventura Pilatus (aperto da marzo ad ottobre, costo 27.-CHF=22€ca), con 10 percorsi di difficoltà diverse, la Slittovia (8.-CHF=6,5€ a discesa), che con i suoi 1350mt è la più lunga della Svizzera, e il Pilatus Tubing, una folle discesa lungo uno scivolo gigante lungo 60mt.

Anche per l’inverno, il Monte Pilatus offre innumerevoli attività. Oltre le classiche piste da sci (25.-CHF=20€ l’abbonamento giornaliero), potete sbizzarrirvi con una pista di slittini e minibob (8.-CHF=6,5€ il noleggio la giornata), lunga 6km, l’Airboard (22.-CHF=18€ il noleggio, casco e ginocchiera inclusa), un cuscino riempito d’aria con cui scivolare lungo le piste, e le bici da neve (35.-CHF=29€, il noleggio giornaliero, casco compreso.

Tutte le informazioni su http://www.pilatus.ch

 – Quando andare: il clima è freddo, ma mitigato dalla presenza del lago. I mesi migliori per una visita della città sono senza dubbio luglio e agosto, dove le temperature massime si aggirano intorno ai 26/27 gradi. In inverno, invece, le temperature scendono anche al di sotto dello zero, ma con punte raramente inferiori ai -3/-4 gradi.

Se ti interessa visitare altre località svizzere, leggi anche l’articolo sul paese di Gruyeres: https://postinelmondo.wordpress.com/2012/06/29/svizzera-insolita-il-paese-di-gruyeres/

 

STEFANIA

Annunci

From → Europa

Lascia un commento

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: